giovedì 25 febbraio 2016

Quindici anni di Varese Femminile


E’ stata una strana sensazione tornare dalle “mie” calciatrici dopo tanto tempo, martedì sera. Le avevo lasciate in maggio, all’indomani del primo trofeo dedicato ad Isabel Gianoncelli, anche se alla fine non ci ero andata perché quel giorno era la festa della mamma e non ce l’avevo fatta a presenziare.

Così, quando mia figlia e due sue amiche e compagne di classe mi hanno chiesto di accompagnarle in prova al Varese Femminile, ho avvertito un tuffo al cuore. Uno dei casi giornalistici ai quali mi ero più affezionata tornava prepotentemente a chiamarmi, e - come spesso mi succede con le storie più appassionanti -, finiva per coinvolgermi in prima persona: così è stato ad esempio con la compagnia del cagnolino – presto saprete i risvolti – o le vicende che raccontavo sulla pagina dei quartieri del sabato.

Eccomi, dunque, improvvisamente tornata a prendermi cura di questa storia, che avevo accantonato come tante altre quel brutto giorno in cui presi la decisione di far fagotto dal giornale su cui scrivevo. Mi ero sentita, per la verità, un po' in colpa con loro: come una mamma che avesse trascurato i suoi bambini, un giornalista non dovrebbe mai dimenticarsi delle sue storie più preziose. Mentre seguivo il primo allenamento delle mie tre ragazze – sono già bravine, avendo fatto un paio di anni di calcio con il mitico Bufano, il loro professore di educazione fisica alla Salvemini – mi è venuto spontaneo annotarmi una chiacchierata con Gianluigi Dorizzi, il presidente della squadra. Che, con mia grande sorpresa, mi ha rivelato una bellissima cosa: oggi, 25 febbraio 2016, la società Varese Femminile compie esattamente quindici anni, essendosi costituita il 25 di febbraio del 2001. Io credo molto nei segni: ultimamente non mi capita quasi nulla che sia per caso, le mie storie sono piene di rimandi luminosi a qualcos’altro che ho già conosciuto, amato, seguito.

All’inizio erano sei squadre e novantasette tesserate: oggi l’Asd Calcio Femminile Varese di tessere ne ha solo diciotto, è iscritto al CSI e non più alla FIGC da un paio di anni ed è tornato, dallo scorso settembre, ad allenarsi nel campo dell’Aurora Induno, dove iniziò la sua storia, quando papà Gianluigi aveva fondato la squadra per sua figlia e le sue amiche del cuore. Nove anni dopo, nel 2010, Dorizzi era riuscito a portare le sue ragazze a San Fermo, nel campo dell’ex Atlas, dove con la collaborazione degli altri genitori aveva messo in piedi una costruzione dignitosissima che fungeva da riparo, spogliatoio e ristoro. Costruzione che era risultata abusiva e che alla fine, dopo cinque anni di permanenza nel quartiere nel quale si erano identificate con tutta l’anima, le ragazze avevano dovuto abbattere prima di lasciarlo per tornare ad Induno.

Gianluigi, 64 anni, spirito scanzonato nonostante recenti acciacchi che fortunatamente non hanno fermato la sua verve, è un giocatore di tutto rispetto e nasce sportivamente con la Belfortese degli anni Sessanta. «Dopodiché sono andato a vivere in Venezuela, dove mi sono sposato. Ho iniziato a giocare coi miei connazionali a Casa Italia e poi ho militato nella squadra del Santa Marta, in Colombia, alle foci del Rio Magdalena. Mi portavano in aereo la domenica, visto che la distanza non era molta. Erano gli anni Ottanta». Tornato in Italia, medita sul calcio femminile: perché non esistono squadre a Varese, mentre ad esempio a Como, dove gioca sua figlia, ci sono? Detto fatto, nel giro di qualche anno, il Varese Femminile è in pista. «Avevamo sei squadre, comprese le pulcine, che nel 2008 – l’ultimo anno indunese ma anche delle piccoline – hanno persino vinto il campionato contro i maschi. Tutte regolarmente iscritte alla FIGC, con la squadra a 11».
Una storia già sentita: anche la mia cara amica Graziella Dal Bello – che avevo conosciuto intervistandola per una delle mie storie di Varese – mi aveva raccontato di questa certa avversione tipicamente varesina per la versione rosa di alcuni sport considerati prettamente maschili. Così, senza perdersi d'animo, aveva inforcato la bicicletta per una società comasca –erano gli anni Sessanta – ed era  arrivata addirittura ai mondiali.

E oggi cosa sarà delle biancorosse? Io le ritrovo bellissime e grintose come le avevo lasciate un anno fa, speranzose di ritornare dopo il termine di giugno al loro campo sanfermino. «Che invece è stato dato ai Gorillas – mi racconta sconsolato Dorizzi – che giocano solo tre partite l’anno. Ma noi non ci arrendiamo: è vero che dobbiamo ancora dei soldi al Comune di Varese. Sinceramente però siamo rimasti molto male per l’accaduto. Comunque sia ora siamo qui, Induno ci ha riaccolti a braccia aperte, stiamo organizzandoci per sistemarci al meglio e quando abbiamo le partite in casa giochiamo nel bel campo dell’Aurora, vicino alle piscine». Il campo attuale, in via Andreoli, vicino alle scuole, qualche pecca ce l’ha. Ma le ragazze sono determinate e il calcio per loro è motivo di grande orgoglio: una passione che le fa evadere dalla routine e dai libri – sono quasi tutte studentesse tranne una mamma quarantenne pimpante e tonicissima – e le fortifica nell’animo e nel corpo. Contrariamente a quanto si può pensare, sono tutte molto femminili e aggraziate e di virago non se ne vede proprio: vederle giocare così gioiose alla luce della luna piena è stato magico e commovente. E non è finita qui: il nuovo, bellissimo mister è nientemeno che Claudio Calandrino, storico allenatore del Varese 1910, che oggi allena anche la Pro Patria.


Tanti auguri, dunque, buon compleanno e lunga vita alle nostre Varesine! Vi terrò aggiornati sugli sviluppi (anzi, quasi quasi rispolvero una mia vecchia idea e inauguro una bella rubrichina… notizie dal Varese Femminile) 

Nessun commento:

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina