domenica 17 luglio 2011

Di hamburger, di Trilogia della Villeggiatura, di insalata di letterine.

DSCN7811

Domenica. Piove e vien voglia di tornare a letto, oppure di cucinare qualcosa di creativo, o anche di immergersi nella lettura di qualche bel libro. Ne ho tanti, sul comodino, che potrebbero farmi compagnia. Ho terminato da poco la Trilogia della villeggiatura, la bellissima e spietata satira sul costume di imbastire vacanze sontuose ospitando e indebitandosi fortemente per farlo; adoro Goldoni, e mi stupisco di come nei duecentocinquant’anni del capolavoro goldoniano – passati ovviamente in sordina - ci siano migliaia di italiani che continuano a chiedere prestiti pur di andare in vacanza. Una cosa che non riesco proprio a concepire: poi, magari, arrivano strepelati a settembre lamentandosi che i libri scolastici costano troppo. Lo so anch’io, che costano troppo: del resto, l’incongruenza sta nel fatto che, essendoci l’obbligo scolastico, anche i libri delle medie dovrebbero essere gratuiti, o comunque avere un costo simbolico. Invece no, noi finanziamo le campagne in Libia, ma i soldi per la pubblica istruzione non li troviamo. E invece di votare a sfavore della guerra nelle sedi opportune, pur dichiarandosi contrari a parole, anche i leghisti hanno abbracciato il conflitto, astenendosi dalla votazione e trincerandosi dietro la solita balla della prudenza.

E così i soldi li dobbiamo prelevare altrove. Dalla pubblica istruzione, dalle famiglie già salassate. Bella roba. Diavolo

Questo significa però che dobbiamo andare a sperperare tutto e poi piangere miseria come Leonardo da suo zio? (Leonardo è uno dei personaggi della Trilogia, l’innamorato di Giacinta, che a sua volta, dopo essersi promessa a lui, si invaghisce di Guglielmo). Come la cicala dalla formica? La prudenza non è solamente un calcolo politico, per misero che sia (almeno avessero tutti letto il Principe…). Direi che deve, prima di tutto, essere un modus vivendi familiare, oggi più che mai, dove tutti tendiamo a vivere sopra le righe, sopra le nostre possibilità, confortati dai mutui, dai bassi tassi di interesse, dai prestiti ad occhi chiusi e da un’economia che più fatiscente non si potrebbe, preda non tanto di Tremonti ma dei grandi colossi internazionali, che se volessero ci ridurrebbero in polpette in un quarto d’ora, altro che nucleare – poi mi chiedono perché non parlo del nucleare: ecco la risposta. Mi fa paura, indubbiamente, ma penso che ci sia di peggio.

Va bene, avevo voglia di scrivere, oltre che di leggere.

A proposito, oggi è uscita – direi meglio tardi che mai – la mia intervista a Luigi Caricato sulla Padania. Fra poco esco a comperarla! Occhiolino

Visto che l’estate concilia molto l’interesse per i libri anche nei miei bambini – sempre con un libro in mano, direi decisamente per fortuna! -, mi è venuto in mente di utilizzare una pastina molto simpatica per le mie insalatine, per accompagnare gli hamburger.

INSALATA DI LETTERINE CON HAMBURGER

DSCN7812IMG371

Premessa: odio le fobie collettiveVampiro, quindi il fatto che io mi metta a fare gli hamburger in casa non c’entra un benemerito fico secco con la notizia dei maxisequestro di carne francese in odore di escherichia coli di un mese fa; degli hamburger fatti in casa vi avevo parlato anche in tempi non sospetti sempre su questo blog, e se cliccate su questa pagina troverete foto e spiega. E’ che fare gli hamburger in casa è davvero bellissimo, è come preparare le polpette, ci puoi mettere dentro quello che vuoi – manzo maiale pollo salsiccia pesce… persino verdure (una bella ricetta di hamburger di ceci è apparsa qualche giorno fa su Mammafelice)-, aromatizzarli come vuoi… anche se, fra tutte, la ricetta che preferisco è con trita di manzo e maiale mista, aromatizzati con noce moscata e trito di cipolle, a volte anche di olive, con un uovo per legare (dosi: 100 g di carne a persona).

DSCN7806DSCN7807

DSCN7808DSCN7809

Ci sono due scuole: c’è chi mette l’uovo, c’è chi non lo fa. Io faccio un po’ seguendo l’estro. Il bello è che puoi farli della grandezza che preferisci, belli cicciosi o sottili, anche ripieni di prosciutto e formaggio! Io li cuocio in padella antiaderente con olio, burro e limone. Al forno ho provato, ma vengono un po’ asciutti. Sulla griglia, onestamente, non mi piacciono, preferisco un po’ di unto A bocca aperta.

Poi gli hamburger sanno un po’ di anni Settanta – i ricettari di Lisa Biondi, ad esempio, ne sono zeppi. Ma l’eroina degli hamburger più burrosi che non si può, chissà che fine ha fatto? Non ve lo domandate ogni tanto? Chissà se qualcuno può farmi avere qualche indicazione per un’intervista...

Gli hamburger, accompagnati da un’insalata di pastina, sono un delizioso piatto unico estivo per i bambini. Questa volta li ho pesati con le letterine: una pastina che, ad esempio, è prodotta anche dalla Milupa, ed è adatta per i bambini dai sei mesi. Io, invece, ho usato le “Letterine” della ditta Buonapasta, della Ki Group, una pastina biologica (dico la verità: l’ho scelta per il formato, non perché sia patita del biologico, però sono veramente ottime). Vanno lessate al dente, scolate sotto acqua fredda e condite con un’emulsione di olio, limone e senape delicata. Poi si aggiungono menta tritata, funghetti, mais, prosciutto cotto a cubetti, caciotta di capra o altro formaggio morbido a piacere, si regola di sale e si porta in tavola.

2 commenti:

sississima ha detto...

Carino il tuo blog, mi sono subito unita ai tuoi lettori fissi, ciao SILVIA (passa da me se ti va)

Bosina - La Mamma Bionica ha detto...

Ma certo! Vengo volentieri a sbirciare. Grazie di cuore, a presto!

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina