domenica 3 aprile 2011

Parla ‘me te magnet. Scriviamo le ricette in lingua locale!

DSCN6562
Buona domenica a tutti!
Ieri pomeriggio abbiamo fatto il primo, bellissimo giro in Valganna. Vi ricordate? Ve ne parlo spesso. E’ una terra magica, alle porte di Varese. E’ una valle popolata da fate… e da bambine che sanno parlare con loro.
Abbiamo passeggiato, corso, giocato, assaporato i colori ed i profumi dell’incipiente primavera. Era tutto un odore di erba cipollina, sparsa ovunque, di viole, di terra appena arata.
Oggi, forse, non usciremo. Ho da sistemare diverse cose: devo fare alcune lavatrici, stirare quelle già asciutte (a proposito: ieri ho steso per la prima volta sul balcone!), fare un po’ di giardinaggio; stamattina, poi, ho da allestire il risotto con gli asparagi brodo compreso, per cui non ce n’è per nessuno. Ma ho anche da scrivere l’articolo della settimana per il Cavolo Verde e da rielaborare un progetto letterario a cui tengo molto, e che mi è tornato in mente proprio ieri di fronte a tutti quei libri per ragazzi nei quali mi sono immersa durante la mia incursione in libreria. Devo, insomma, fare proprio tante cose, e non ve le ho nemmeno raccontate tutte. In più sta per iniziare una settimana cruciale – saprete presto il perché – e devo portarmi avanti con la programmazione di tantissime cose.
Una di queste mi sta particolarmente a cuore anche per motivi di studio ed è per questo che le voglio assegnare un posto speciale, proprio la domenica.
Forse vi ricordate del “concurs” di ricette in dialetto, ma a questo punto sarebbe meglio scrivere in lingua locale (il dialetto è, per semplificare, una lingua nel suo registro parlato, mentre la lingua è la dignità scritta che le si conferisce). L’avevo inaugurato a gennaio. Nel frattempo mi sono arrivate diverse adesioni e ho deciso da una parte di sospendere il concurs e dall’altra di riorganizzarne il senso. Allora, ogni domenica, da oggi in poi, pubblicherò i link delle ricette che mi arriveranno di settimana in settimana, ricette nelle varie lingue locali italiane, e ci lasceremo con una poesia in bosino. Questo perché da sempre sono una grande sostenitrice dei dialetti italiani e delle relative loro manifestazioni letterarie. In particolare, per ovvie ragioni, mi interesso della mia zona e del bosino che parlo correntemente, pur con qualche piccola difficoltà dovuta ai tempi che corrono (è difficile, per ragioni storiche, sociali, culturali trovare un interlocutore dalle mie parti disposto a spendere più di una battuta in dialetto, a meno che non ci si trovi in contesti preferenziali, ma bisogna appunto preferirli e soprattutto individuarli).

Ecco allora l’elenco delle ricette che mi sono pervenute ad oggi. Per adesso ho ricevuto solo ricette lombarde.
  1. Inizio con la mia, che aveva inaugurato il Concurs l’ultimo dell’anno scorso: era il mio ripieno del cappone di Natale. Ul me pien dul capun da Nadal. Per chi volesse ritrovare la genesi del discorso.
  2. La Terra dei violini, con Pièe econòmic per marubén. Con Germana da Cremona continuiamo la carrellata dei ripieni: questa volta è il protagonista dei marubini, un ripieno speziato di carne assemblato con quelli che a Varese chiameremmo remasucc, e che invece nella bella lingua di Girardo Patecchio (Gerard Pategh) si dicono rusgöeils. I sapori sono quelli della campagna cremonese.
  3. Sempre da Germana arriva la Chisoeula unta, una profumata focaccia dolce delle cascine, unta, come suggerisce il nome, di “en pòoo de strùt” e “en pòoo d'oli”, ripiegata ben quattro volte durante la lievitatura.
  4. La bella auberge, con Pulenta e rost de vedell, Polenta e arrosto di vitello. Eugenia, direttamente dal lago di Como, ci racconta con dovizia di particolari una deliziosa ricetta lariana in cui la pulenta, “remenà de bona lèna, almenn per un'ura e un quart” si sposa felicemente con il sapor di “rusmarén” del “rost”: appassionata del mitico Davide Van De Sfroos, chiosa la sua golosità con il video di Pulenta e Galèna fregia.
Mi preme fare un paio di piccolissime considerazioni linguistiche, assolutamente senza nessuna pretesa: entrambe le lingue, il laghée di Eugenia e il cremonese di Germana, conservano la “u” della desinenza latina in alcune espressioni (“mezz chilu”, “un chilu”, “in modu che”, Eugenia, e “més chìlu”, “cul furnu”, Germana); il cremonese, poi, assegna uno status femminile al sale: “la sal”. Sarebbe molto interessante capire il perché.

Aspetto le vostre ricette, naturalmente da tutt’Italia!

Ed è di oggi anche la bellissima notizia dell'inaugurazione, a Villa Recalcati - la sede della Provincia - del Cenacolo dei poeti e dei prosatori dialettali in varesino e varesotto, intitolato a Salvatore Furia, che fu fondatore di un cenacolo di poesia in vernacolo bosino. Potete leggere ampiamente la notizia su questa pagina di Varesenews. Il Cenacolo è legato all'esperienza della Famiglia Bosina, che si occupa del recupero e della divulgazione delle tradizioni, della lingua e del folclore bosini.
Buona domenica e ci risentiamo domani.

Laura

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Laura,
anche a Lecco si dice "la sal" per il sale.

Martino

Picetto ha detto...

Ciao cara Laura. tramandare le ricette e la lingua locale, secondo me, è importantissimo. Sono quelle tradizioni che una volta si tramandavano a voce e che se non ci fossero persone come te si perderebbero nell'oblio della globalizzazione. Ovviamente io non capisco nulla del tuo dialetto, ma apprezzo moltissimo questa iniziativa. Un saluto affettuoso
M.G.

la belle auberge ha detto...

Ecco un'altra ricetta, Laura: la menestra de ris, patati e lacc
http://labelleauberge.blogspot.com/2011/04/menestra-de-ris-patati-e-lacc-minestra.html

Ale ha detto...

Ciao...che bel concurs!!!!!! Queste cose mi piacciono molto. Ho un blog da poco e mi sono dilettate nelle mie ricette laghee, ma non so scrivere in dialetto....mi piacerebbe partecipare con qualcosa di originale....come si fa???? rifletto
Tra l'altro io sono comasca ma lavoro in provincia di Varese....passa a curiosare se ti va così mi dai idee. A presto!

Xiaozhengm 520 ha detto...

2016-1-28 xiaozhengm
michael kors
louis vuitton outlet
canada goose jacket
gucci outlet
gucci borse
longchamp bags
ralph lauren uk
oakley sunglasses
air jordan uk
true religion outlet
louboutin
nike uk
louis vuitton
polo outlet
louboutin
michael kors outlet
coach factory outlet
nike outlet
true religion
north face jackets
michael kors outlet online
louis vuitton bags
coach factory outlet
uggs outlet
kate spade outlet
coach outlet
toms outlet store
toms outlet
michael kors handbags
louis vuitton handbags
jordan 3 infrared
cheap oakley sunglasses
toms shoes
new balance outlet
air jordans
oakley sunglasses
coach factory outlet
gucci
michael kors uk
ghd hair straighteners

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina