giovedì 28 aprile 2011

Biberon letterario n°2. Il paiolo di Artemisia, Roberto Pavanello

More about Il paiolo di Artemisia

Dopo la (lunga) pausa pasquale, riprende anche il Biberon Letterario, l’appuntamento con le letture per i nostri bambini.

Anche questa volta ho scelto un libro dall’argomento goloso. Dedicato ai primi lettori, quindi scritto in stampatello maiuscolo ma con pagine mediamente fitte, sta avendo un buon successo in libreria “Il paiolo di Artemisia”, di Roberto Pavanello, della Serie Arcobaleno del Battello a Vapore, vivacemente corredato dalle illustrazioni di Maria Sole Macchia.

Chi è Artemisia? E’ una streghina giovane, bella e buona: tutta sbagliata, insomma, perché le vere streghe sono vestite di nero, detestano i bambini e puzzano di muffa. Invece Artemisia porta un delizioso cappellino di lana verde e ama i colori, in più adora i bambini e naturalmente ha un buon odore: sa di cose buone da mangiare.

Artemisia, come tutte le streghe, possiede un paiolo magico, ma anziché sortirne brodazze verdi per far venir la tosse e intrugli bavosi per far crescere la barba alle bambine, sa cucinare cose deliziose, come la polenta coi funghi: e così viene cacciata dalla scuola delle streghe per negligenza. Fortunatamente c’è una locanda sperduta nella foresta, il “Ratto affumicato”, che cerca personale, e Artemisia si fa assumere dalla cuoca Spaciugazza. Con la sua cucina innovativa, il locale diventa clamorosamente trendy: il trucco è preparare piatti deliziosi mascherati da un nome orribile, come la frittata di lombrichi, naturalmente con gli spaghetti al posto dei lombrichi. Le streghe affollano quotidianamente il “Ratto affumicato” e Spaciugazza, ormai vecchia, le cede volentieri il locale. Il lieto fine, ovviamente, non manca: Artemisia si sposa col nuovo aiutante, Ottavio, da cui ha tre bellissime figlie che a merenda vogliono solo budino di vermi (finti) alla vaniglia, e le streghe, per colpa della dolce locandiera, diventano tutte buone, gentili coi bambini e cambiano mestiere: è per questo che le streghe cattive non esistono più!

*****************************************************************************************

La particolarità della collana, lo sapranno di certo gli assidui del Battello a Vapore, è che le pagine finali sono dedicate alla biografia di autore ed illustratore. Così scopriamo che Roberto Pavanello, insegnante, animatore ed esperto di teatro per ragazzi, ha iniziato a scrivere libri perché nelle storie degli altri trovava poco materiale che fosse adatto ad essere letto ad alta voce ai suoi tre bambini, e che Maria Sole Macchia vive a Parigi e cerca ispirazione salendo su un autobus e facendo il giro della città. Entrambi gli autori hanno un sito internet: www.robertopavanello.it e www.mariasolemacchia.com

******************************************************************************************

A noi questo libro è piaciuto davvero molto e continuiamo a leggerlo: forse perché la mamma assomiglia un pochino ad Artemisia ed il papà ad Ottavio?

 

Il paiolo di Artemisia

Roberto Pavanello – Illustr. di Maria Sole Macchia

Il Battello a Vapore, Serie Arcobaleno (+4), Ed. Piemme

2010, euro 7,50

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina