lunedì 28 marzo 2011

Un regalo inaspettato!


 


E' la seconda settimana alle prese con il balcone mezzo crollato del vicino di casa, fra polveri, martellamenti e conseguenti pulizie di fino... ghe la fo pü!
Avendo pure a casa dall'asilo, da mercoledì scorso, i due poppanti più piccoli a causa di una tosse forte, in questi giorni non riesco proprio né a studiare né a scrivere: del resto i miei monelli, più di un giorno a casa, pur malati tendono a camminare sui muri. Cosa si può fare in questi casi per far passare la noia ai bambini, possibilmente chiedendo un aiuto infinitesimo al televisore? Dato che la mia manualità è pari a zero, di lavoretti e pasticciamenti non se ne parla proprio. Leggere del resto è bellissimo e coinvolgente, e siamo pieni zeppi di librini di favole e piccole avventure adatte alla loro età; però la soglia d’attenzione dei bambini al di sotto dei cinque anni è quella che è, non so se mi spiego, e non si può certo tenerli inchiodati ai libri tutta la mattina. Cosa inventarsi, allora?
 « Vediamo, pensiamo un po’, aspettate un pochino che adesso la mamma trova qualcosa di divertente da fare… Ussignur, cosa mi invento adesso? Mi sembra di essere una trottola...  »  
driiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiin (è il citofono: si sente un po' poco, un'altra cosa di sistemare urgentemente in questa casa)
« Ops, chi è che suona a quest’ora? Sarà la Maria. Oppure la nonna che è venuta a trovarci. Il muratore che ha dimenticato qualcosa. Sarà…» 
 « Sciura, c’è da firmare. » 
 « (Speriamo che non sia una multa). Bambini, aspettate un attimo che c’è un signore che mi deve far firmare una cosa. (Speriamo che non sia una multa…)» 
 « L'è lee Laura Pantaleo Lucchetti? Ca la firma chi par piasè.» 
« Grazie. Sì, sono io. Adesso mi ricordo… Grazie, arrivederci!» 
Faccio le scale a tre a tre su una gamba sola: non mi piace lasciare troppo in casa da soli i bambini...
« Poppantiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, c'è una sorpresa!» 



 Ci mettiamo tutti sul lettone e Agostino subito acchiappa il pacco e lo tiene stretto come un trofeo: evidentemente ha fiutato qualcosa. Lo apriamo e… sorpresa! Una bella confezione di patelli Huggies ® Super-Dry… infiocchettata di rosa confetto (esattamente come la volta scorsa!). Ecco trovato il passatempo della mattinata. « Mamma, ma chi è che ti regala i patelli?»  ” chiede incuriosita Carolina, mentre quel monello di Ago se la ride felice abbracciando i suoi amici imbottiti. E’ una lettera a rispondere per me: Silvia della eBuzzing, l’agenzia per la quale sto scrivendo il post, mi augura buon lavoro e mi ricorda che devo scrivere il pezzo!

Un buon lavoro sì… un lavoro che non finisce mai, almeno per la mamma bionica! In un post (potete leggerlo qui) che avevo già dedicato alla Huggies tempo fa avevo fatto un calcolo di quanti patelli io avessi cambiato nel corso di nove anni, e di quanti me ne rimanessero, per un totale di cinque figli: oggi, trascorso quasi un anno da allora, confermo le previsioni di allora, e cioè che il mio Ago alla tenera età di due anni e mezzo indossa ancora il patello e non dà proprio mostra di volerlo togliere!
C’è da dire che in casa le uniche ad essere arrivate alla primavera dell’asilo autonome nei bisognini sono state le due sorelle: a due anni appena compiuti non portavano già più il pannolino. Siccome è il terzo maschietto che rimane in ritardo rispetto alle tempistiche femminili, mi sono messa in testa che per loro sia cosa normale levare l’alleato prezioso verso i tre anni, cioè a scoppio leggermente ritardato rispetto alle bambine. Voi cosa mi raccontate a riguardo? Mi confortate nella mia teoria oppure da voi le cose sono andate diversamente? Di sicuro c’è che io ho provato a far fare pipì ad Agostino e ai suoi fratellini, quando toccò a loro attraverso i soliti trucchi (lavandino, poi sgabellino e bidet, e imitazione dei fratelli più grandi…), ma arrivati alla fatidica gastroenterite invernale mi sfuma sempre tutto e non riesco più a ricominciare daccapo, così mi tocca aspettare pazientemente l’arrivo dell’estate, e ci riprovo! E stavolta mi sa che Huggies mi vuole incoraggiare: assieme ai patelli mi regala anche una stuoietta per riparare il materasso!



Insomma, in fin de la fera, i miei alleati Huggies mi terranno compagnia, con Agostino, ancora per qualche mese: all’ingresso alla classe dei tre anni dovrà aver tolto il pannolino. Ma chissà mai che non si aggiunga un nuovo erede, così dovrei rifare tutti i conti da capo! Nel caso, ci riaggiorneremo! :)

Ripassiamo ora le caratteristiche tecniche di questi formidabili patelli. Prodotto decisamente consigliato per le pelli delicate dei piccoli, oltre che  visivamente simpatico (sulla fascetta anteriore sono raffigurati i personaggi Disney), è anche molto pratico sia per il bambino, sia per la mamma (il che non fa mai male!):
  • Non contengono lattice
  • Non contengono lozioni aggiunte
  • Sono ipoallergenici
(tre qualità che garantiscono la traspirazione, evitano il surriscaldamento e mantengono la pelle asciutta, rispettandone il pH)
  • Sono dotati di chiusure elasticizzate, riposizionabili (nel senso che se vi accorgete che il patello è asciutto, potete richiuderlo una seconda volta) e con aggancio meccanico (non fate fatica a capire come si chiudono, nemmeno se siete alle prime armi: altra vita rispetto ai ciripà di una volta…).
  • Possiedono delle barriere laterali in morbido tessuto-non tessuto, a prova di fuoriuscite importanti; l’effetto è potenziato dal rivestimento esterno altamente traspirante.
  • Intorno alle coscine si crea un morbidissimo effetto-mutandina grazie alla chiusura elasticizzata, riprodotta nella banda elastica sul dorso.
Aspetto le vostre considerazioni in merito!
Articolo sponsorizzato
Partage propulse par ebuzzing

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina