sabato 8 maggio 2010

San Vittore, con considerazioni opportune sull’effimero.

P1010127

Oggi è San Vittore, patrono di Varese. Dovete sapere che un antico adagio tutto bosino ci avverte che “fin’a san Vitur i maj da lana sa portan con unur; da san Vitur in là i a porta chi gh’i’a”. Questo significa che qui da noi, ai tempi della ruralità, un centinaio d’anni fa o forse meno, ma sicuramente anche di più (i proverbi sono indefinibili dal punto di vista temporale) non era affatto infrequente portare ancora i vestiti pesanti in questo periodo; e, anzi, se ce lo si poteva permettere, si faceva la parte degli sciuri, dato che anche dopo San Vittore sarebbe stato meglio non metterli in naftalina.

Il tempo, in effetti, è fosco da giorni, in più fa piuttosto freddo: il mio termometro non riesce a salire sopra i 15 gradi. Minaccia di piovere anche oggi, e chissà per quanto tempo andremo avanti con i golfini addosso, l’umidità nelle membra e un po’ anche nell’anima. L’anno scorso, invece, di qui ad una settimana i miei bambini avrebbero pucciati i piedini per la prima volta al lago: era un maggio luminoso, caldo e piacevole, si facevano già tanti bei giretti nei dintorni e volentieri si abbandonavano le polente ed i risotti per le prime insalate di pastine, che, difatti, avevo già segnalato per radio nella mia rubrica del sabato (mentre invece in queste settimane furoreggiano ancora le mie stravaganze al forno: ma rimandiamo la sorpresa a domani).

Ricordo benissimo che tre anni fa –e lo scrissi anche su questo blog –ci fu un maggio piovosissimo, tanto più che la grida del neoeletto sindaco Fontana di sprecare meno acqua possibile (stante la siccità dell’anno precendente una vera calamità) mi fu recapitata dal postino già mezza masarata d’acqua.

Ma cercando un testimone assai più illustre di queste futilissime pagine, e trovandolo in quella cronaca di Giulio Tatto che riporta il registro ufficiale dei prezzi del mercato di Varese dal 1525 al 1620, con annotazioni colorite sulla vita del borgo varesino, sentite un po’ cosa si dice a proposito di quel maggio del 1610 segnato, come si legge nella Cronaca stessa, dalla notizia eclatante dell’assassinio di Enrico IV di Francia: “La mesata di Maggio è passata che il primo, secondo, terzo, et quarto, piove assai giorno et notte, et poi si va acomodando il tempo con caldo onestamente sino alli 16, che ruma quasi ogni giorno alla sera con aqua, et tempeste, però nnon hanno fatto danno per cinque giorni, piove il 28, 29, 30, et 31 con rumi spaventevoli però non tutto il tempo ma assai travaglioso.” E in quel mese di maggio di quattrocento anni orsono si andavano anche “adorando li Angeli alla capella dil rosario in santo Vitore di Varese”.

Di fatto, ben indottrinati dalla mediaticità, siamo tutti pronti a dar la colpa al vulcano per questo andamento climatico non particolarmente gradevole, che ci ha fatti ripiombare, dopo una settimana scarsa di tepore inconsueto sul finire di aprile, in un inverno che pare ora prolungarsi all’infinito.

Siamo, invece, a mio avviso vittime di un sistema perverso che ci ha insegnato a sintonizzare sulle aspettative mediatiche il tempo del lavoro e quello della vacanza, scorporandoli astutamente dall’andamento delle cose naturali; così si piegano le nostre giornate e le attese represse sulle dinamiche del mercato globale, e si livellano, con una banale prenotazione in agenzia viaggi, le differenze stagionali da un capo all’altro della Penisola, dalle Alpi alle Piramidi, da un capo all’altro del mondo, senz’altro considerare che il bisogno di divertissement, di evasione dal corso naturale delle cose, della normalità del quotidiano, dei rapporti sociali consueti.

Mi chiedo se non fosse meno angoscioso il vivere quando le informazioni che circolavano erano davvero funzionali alla quotidianità, e, pur diffondendosi in tempo utile le notizie fondamentali dal mondo, l’importante era annotare e riferire le risorse effettive sul mercato del borgo. Devoti dell’informazione effimera, ci riempiamo la testa di niente, mentre il significato della nostra esistenza risiede nelle nostre radici e nelle loro ramificazioni, e continuiamo a non accorgercene.

(p.s.: la foto della facciata della basilica è di due anni fa: cogliete l’essenza al di là del contingente, s’intende).

4 commenti:

aldarita ha detto...

Hai proprio ragione, le nostre aspettative dovrebbero sempre trascendere al reale andamento climatico, dovrebbero essere esaudite dal dio della pioggia che vogliamo si eclissi ogni qualvolta abbiamo qualche progetto... Per fortuna la metereologia è ancora una scienza incompleta e, se andiamo come hai fatto tu, indietro nel tempo troviamo corsi e ricorsi che si alternano proprio come in questi anni. Ti lascio con un proverbio delle mie parti che, pur essendo volgare, da il senso delle cose: tempo, cul e siòri i fà quel che i vòl lòri (il tempo, l'intestino e i ricchi fanno quello che vogliono).

Bosina ha detto...

Ahaha, arrivo tardi a commentare ma hai proprio ragione!!! Bellissimo e azzeccatissimo il proverbio ;).

Wenhao Guo ha detto...

zd0723nike free 5.0
air max 2015
canada goose sale
hermes belts for men
mulberry handbags
hermes birkin
larry fitzgerald jerseys,kevin kolb jerseys,patrick peterson jersey,andre ellington jersey,larry fitzgerald jersey,calais campbell jersey,deone bucannon jersey,andre ellington elite jersey,darnell dockett jersey,michael floyd jersey,sam acho jersey
cheap soccer jerseys
cheap ugg boots
michael kors bags
gucci outlet online
new york jets jerseys
barcelona jersey
cheap wedding dresses
cartier watches
mulberry uk
louboutin uk
lebron james shoes
hermes outlet store
coach outlet store

mao qiuyun ha detto...

longchamp outlet
polo ralph lauren outlet
kate spade outlet
the north face uk
seattle seahawks jerseys
toms shoes
boston celtics jersey
iphone 6 cases
asics shoes
monster beats
swarovski uk
the north face outlet store
oakley sunglasses
new england patriots jerseys
kate spade uk
basketball shoes,basketball sneakers,lebron james shoes,sports shoes,kobe bryant shoes,kobe sneakers,nike basketball shoes,running shoes,mens sport shoes,nike shoes
supra shoes
coach factory outlet
oakley sunglasses
puma sneakers
babyliss
kobe 9 elite
louis vuitton bags
fitflop shoes
ray ban uk, http://www.raybansunglass.co.uk
air jordan 13
coach factory outlet
michael kors outlet, http://www.michaelkors-outlets.us.com
karen millen uk
jordan 4
air jordan shoes
louis vuitton outlet
ray ban sunglasses
pandora charms
ugg boots
coach outlet
abercrombie
0821maoqiuyun

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina