sabato 12 luglio 2008

La quiete dopo la tempesta


Lunedì erano previsti temporali.
Mai però ci saremmo aspettati una tempesta, delle proporzioni di quella che si è abbattuta su Varese, ma cosa dico Varese: su Biumo e Belforte, ovvero casa mia. Ne hanno parlato i giornali, le tv locali, persino la Rai (stando a mia mamma che la guarda). Verso le due del pomeriggio, avevo appena lavato i pavimenti tanto per cambiare, improvvisamente si scatena l’inferno: un vento bestiale che fa turbinare qualsiasi cosa gli capiti sotto tiro, una pioggia di portata incredibile che si abbatte proprio sopra il mio quartiere e quello accanto, Belforte, che mi ha visto ragazza, e che in quattro e quattr’otto fa fuori un bel po’ di alberi nel Parco Molina, rischiando di danneggiarci seriamente la macchina assieme a quella del vicino. Ci è andata benissimo, in quanto a macchine, uscite indenni dal tornado; meno bene per quanto riguarda il computer, che invece è andato a pallino grazie ad un fulmine tremendo che ha buttato giù anche un palo della luce bloccando la mia strada e tenendoci fra l’altro senza corrente per circa tre ore. Abbiamo dovuto tirar fuori un po’ di soldini per il pc ma almeno i dati sono stati tutti salvati: l’hard disk, però, era da buttare e ne abbiamo dovuto ricomperare uno nuovo, e con pazienza reinstallare tutto, riconsiderare un bel po’ di documenti…
Per quanto riguarda l’apparecchio televisivo, sapete che non l’abbiamo ancora riacceso da allora? Quindi non sappiamo se anche quello è da salutare oppure no. Tanto, non è che in casa mia se ne faccia largo uso, se devo essere sincera...

Siamo rimasti senza pc sino a giovedì sera. Nel frattempo siamo riusciti ad andare un paio di giorni ad Angera, in due spiagge diverse. Dicono che il Lago Maggiore sulla sponda lombarda sia molto inquinato e forse sarà vero che batteriologicamente non è puro, ma vi assicuro che è limpidissimo. Si vedono tantissimi pesciolini grandi e piccoli guizzare a riva, segno che l’acqua non è così malaccio. I miei bambini e mio marito si sono fatti tutti una bella nuotata ristoratrice, e poi hanno giocato a lungo sul prato, perché la sabbia è pochissima essendo il livello del lago davvero molto alto. La settimana entrante vogliamo partire di mattina, mangiare qualcosa al sacco e fermarci lì tutto il giorno. Non c’è niente di più bello che partire da casa propria per la spiaggia e tornare sempre a casa propria per la sera, allegri, dopo una giornata di gioco e di sole, avendo addosso il sapore della tua terra.



Adesso, ogni volta che si preannuncia un temporale, spengo immediatamente il computer. Anche oggi il tempo non è clemente: si uscirebbe anche, però è rischioso. Davvero, sembra di essere ai tropici: d’improvviso, la tempesta sconvolge tutto con una furia inaudita. Un isolato più in là di casa mia e c’è ancora una casa dal tetto scoperchiato da lunedì, che parla da sola.

Complice il cattivo tempo e le temperature più primaverili che estive, questa settimana ho preparato per ben due volte la pasta e fagioli.
Sul mercato si trovano dei borlotti freschi molto invitanti. Ai bambini piace moltissimo sgranarli tutti assieme, intorno ad un tavolo. Trovo che la pasta e fagioli sia una pietanza molto coinvolgente, persino nella preparazione. Ecco perché l’ho scelta come piatto su cui chiacchierare stamattina per la puntata di Pappapronta di Radio Padania.

LA MIA PASTA E FAGIOLI
E’ un piatto così intenso, coinvolgente e nello stesso povero, la pasta e fagioli.
Sono andata sul mercato e ho chiesto un chilo di fagioli. Sgranati, ce ne sono saltati fuori sei, sette etti. Ho preso una cipollina, tre foglie di salvia, un rametto di rosmarino e 150 g di pancetta affumicata. La seconda volta che l’ho preparata, invece, ho usato del prosciutto cotto a tranci che avevo nel congelatore: è un piatto davvero in cui ci si può divertirsi a riciclare. D’inverno ci sciolgo anche una bella crosta di grana –non butto mai via le croste di grana!. Stamattina con Ilariamaria, in diretta si discuteva di questo ingrediente povero, che va nella minestre e nelle zuppe e dà loro un sapore meraviglioso, pieno. Abituatevi a non buttare via mai le cose prima di scoprirne il loro lato nascosto.
Tornando alla mia pasta e fagioli, ho rosolate in olio la pancetta ridotta a cubetti, insieme a due patatine affettate sempre a dadini: è una mia aggiunta personale, un po’ eccessiva se vogliamo ma che assicura più cremosità e un sapore ancora più rotondo alla zuppa. Pur essendo tradizionalista non sono stata così temeraria da voler usare le cudeghe, cotiche in toscano: per queste aspetto l’epoca del maiale, a metà novembre! Dopo aver insaporito nel fondo di cottura i fagioli sciacquati, ho coperto di acqua per il doppio del volume dei fagioli, ho salato il giusto e tenendo la fiamma moderata ho lasciato cuocere per almeno un paio di ore, dopo aver insaporito direttamente il soffritto con la salvia e il rametto di rosmarino (che poi toglierete alla fine). C’è chi usa il lauro, come mia suocera (alessandrina) e come, ho scoperto stamattina, Ilariamaria, che è del legnanese.
Apro una piccola parentesi per dire che la questione degli odori in cucina mi appassiona moltissimo, come quella dei fondi di cottura, beninteso. Ne riparleremo.
Terminata la cottura dei fagioli, ci vorranno due ore e mezza, tre, io solitamente do un paio di colpetti di mixer al tutto per ottenere un piatto più vellutato. In realtà a mio marito questa pratica non piace, e dice sempre che se i fagioli sono ben cotti, si saranno già disfati di loro. Sarebbe quindi meglio preparare i fagioli la sera prima, così farli disfare bene.

Che pasta scegliere? Io personalmente uso i tubetti , perché divertono molto i bambini; in altre zone d’Italia so che si usa la pasta mista –credo nel napoletano-, mentre al Nord erano più comuni i maltagliati, come dalla tradizione di usare pasta fresca contro l’arte di essiccarla. Io non faccio cuocere direttamente la pasta nel brodo, come si dovrebbe per insaporirla bene, ma preferisco lessarla a parte, così porto in tavola una biella di pasta da cui ognuno poi attinge secondo il suo gusto: con tanti bambini piccoli in casa, è anche questo un escamotage per sopravvivere a tavola!

6 commenti:

Cookie ha detto...

Ciao Bosina, che disastri ha fatto questa tempesta!! Sembrava un racconto autunnale e invece siamo a luglio! Complimenti per la pasta e fagioli, seguirò il suggerimento della patata a cubetti, ma mi sa tanto che la farò verso ottobre o novembre!

michela ha detto...

Ciao Laura.
Per fortuna siete illesi.
Certo ghe gran disastri.
Qui ha girato tanto ma non ha fatto niente per fortuna, però da dove arrivava avrebbe fatto disastri grossi.
Bella anche la tua pasta e fagioli, io la faccio senza patata e con le tagliatelle.
ciao
Buona settimana, un bacio alla tua tribù.

Bosina ha detto...

Grazie ragazze, per la solidarietà e per l'apprezzamento sulla mia pasta e fagioli :-)

Oggi è il primo giorno di sereno. Peccato che il mio bambino più grande abbia problemai al pancino - il papà lo sta portando il quaeto momento dal pediatra - perchè altrimenti si sarebbe potuti finalmente uscire un poco.

Mi consolerò con la cucina... e un buon libro.

Buona settimana anche a voi!
A presto

sandra ha detto...

Tutto bene adesso??
So che da quelle parti ha fatto dei gran danni!:(
un abbraccio mamma a te e ai cuccioli, scappo per qualche giorno!
bacioni

Bosina ha detto...

Sandra, grazie, sei tanto cara.
Adesso tutto sembra tornato alla normalità, la giornata oggi pare estiva e sono giusto 24 ore che non piove :-)
Speriamo che tenga, non se ne può davvero più.
I disastri in provincia sono stati parecchi. Speriamo solo che l'Olona tenga, perché ci abito praticamente sopra :(
Il lago di Varese è altissimo.
Il Maggiore non lo vedevo così alto da anni. Praticamente la mia spiaggia sabbiosa è stata quasi tutta mangiata via, almeno quella che frequento io.

Torna presto, un bacione anche da tutti noi.

Xiaozhengm 520 ha detto...

2016-1-28 xiaozhengm
michael kors uk
coach outlet store online
cheap jordan shoes
nike outlet store
jordan 3
coach factory outlet
ray ban outlet
oakley sunglasses
burberry outlet
burberry outlet
mizuno running shoes
nike blazer
louis vuitton
michael kors handbags
timberland outlet
michael kors uk
jordan 4 toro
michael kors handbags
ugg outlet
adidas shoes uk
louis vuitton handbags
moncler jackets
nike trainers
cheap toms
toms wedges
ray ban sunglasses
mont blanc pens
louboutin
canada gooses outlet
nike air max shoes
nike air max uk
hermes uk
true religion outlet
toms outlet
ugg sale
ugg boots
michael kors outlet uk
ray ban sunglasses
christian louboutin
ture religion outlet

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina