giovedì 17 gennaio 2008

Ul di du la festa da sant'Antoni

Stamattina la piazza della Motta, sotto un cielo tersissimo e gremita di varesini, sembrava tornata indietro di cent'anni: anzi, cento e pure un anno, così come la cantava nel 1907, il Cav.Uff. Luigi Santambrogio da Biumo Inferiore ne "La fêra de Sant'Antoni in Varës".

Quanti besti in sul mercaa/per el dì de Sant'Antoni/di centenn gh'en era staa/conti minga di fandoni.

Di cavaj cont i fiochitt/di bei muj coi fer lusent/di poleder, di asnitt/coi so bravi finiment.

Mi diseva dent de mi/quanti best gh'è mai chi!


Bellissima quest'anno la fiera di sant'Antonio, davvero: sarà che ieri sera il tempo inclemente non prometteva nulla di buono, sarà che il falò s'era dovuto accendere sotto una pioggia scrosciante, sarà pure che io vedevo la mia Varese con gli occhi di una mamma che porta alla festa la sua bambina appena guarita da un malanno di stagione, ma il cuore stamattina mi si è aperto dalla gioia. Siamo arrivate in piazza della Motta, stamane, verso le undici e mezza, Teresa ed io. Era già tardi, ma non volevo far stancare troppo la mia bambina. Dopo un breve primo giro di perlustrazione fra le molte bancarelle che riempivano la Motta sino ad arrivare in piazza Monte Grappa, siamo entrate un attimino in Chiesa. La statua di Sant'Antonio svettava sopra il prevosto che recitava la predica; tutt'attorno le impalcature del restauro. Siamo uscite, c'era troppa ressa, la chiesa era gremita forse ancor più della piazza. Sul sagrato abbiamo acceso la nostra candelina, solo che c'era un po' di vento e così l'abbiamo spostata sul davanti per non farla spegnere.


Davanti al sagrato, in posizione dominante c'era la bancarella di un'azienda agricola con le sue mucche ed i cavalli nel recinto. Abbiamo comprato il latte intero crudo, la prima bella sorpresa della fiera. Era l'azienza "Rinascita agricola" di Besnate e vendeva anche formaggi, yogurt e budini. Apparteneva al Consorzio Varesino e faceva affari d'oro. Il latte costava solo un euro al litro. Mi sono venute in mente subito le mie amiche di blog "Tre galline sul comò" con le quali si era dissertato qualche giorno fa proprio delle aziende che in provincia vendono latte crudo. Le più vicine a Varese sono Lozza e Casciago. Trovate qui la mappa dei produttori locali.
Facevano da contraltare alle mucche gli asinelli tranquillamente in attesa della benedizione, in un recinto sul lato opposto del sagrato. Al centro della piazza, davanti alla Chiesa, invece, il recinto più grande,con gli animali dei privati da benedire. Erano perlopiù gatti e cani. Tutt'attorno i bambini con i palloncini. Saputo che si potevano prendere all'Oratorio, abbiamo lasciato un attimo la piazza e siamo corsi a prendere il nostro palloncino, naturalmente rosa: c'era attaccato un bigliettino scritto da un bambino, con un messaggio di speranza. I palloncini erano donati dalla Pizzeria della Motta. Appena il tempo di tornare e abbiamo partecipato anche noi al lancio subito dopo la benedizione degli animali.

Ma ecco che la piazza del 1907 riprende vita: "On prêt svelt in cotta e stola/con l'aspérges in la man/e'l sò bel colôr de pola / con gran gioia de vilân/el tirava gio di crôs/senza fà di distinzion/sopra i asnitt e sora i spôs/e fiocaven divozion!". Ma nel 2008 il Prevosto che se ne torna in Canonica è Monsignor Gilberto Donnini.
Nel frattempo le bancarelle facevano il pienone di avventori: "Di banchett ona gran frotta/ coi figh secc e i caramell/infesciaven tutt la "Motta", cantava il Santambrogio, ma anche stavolta mancavano i suoi "pessitt" e i "sardell": assenti ormai da anni dalla fiera, gli agoni o missultitt venivano esposti a seccare fuori dalle case dei varesini proprio in quel periodo, e così almeno fino agli anni Cinquanta del secolo scorso la fêra olezzava anche di pesce di lago. Non proprio un bellissimo odore, mi ricordava anni fa una mia cara amica che aveva vissuto da piccola in centro a Varese. Certamente più poetico a scriverlo che a viverlo, ma si sa, il folcklore è sempre poetico...
Ad ogni modo, alla bancarella ufficiale, organizzata dai Monelli della Motta, si arrostivano le salamelle. Ma c'erano anche i dolci di Sant'Antonio - non sono riuscita a chiedere come fossero ma sembravano ad occhio e croce delle specie di Dolci Varese, forse all'anice - e i mustazzit, i biscottini delle romite del Sacro Monte. I Monelli distribuivano anche una pubblicazione sulla storia della fiera.


I Monelli distribuivano una bella pubblicazione a carattere storico-documentario sulla Fiera. In apertura, un commosso pezzo di Carlo Brusa sui sessant’anni della morte dell’amatissimo Monsignor Proserpio, prevosto dal 1930 al ’48, anni di “distruzioni, lutti” e “diffusa indigenza anche fra chi non era mai stato povero”: un uomo estremamente caritatevole, che si privò di tutto, persino della carne che stava cuocendo in pentola per sfamare gli affamati. A lui, unico, fu concessa la sepoltura perpetua nel cimitero di Belforte, “vicino all’ultima dimora di bisognosi che si rivolgevano a lui e presso i quali volle essere sepolto”.
Proprio il Presidente dei Monelli, Angelo Monti, che da Monsignor Proserpio ricevette la Prima Comunione “alle sette del mattino, come si è usato fino a quando chi riceveva l’Eucarestia aveva l’obbligo del digiuno a partire dalla mezzanotte”, come ricorda il Brusa, ha tenuto con altri varesini che hanno conosciuto personalmente il Prevosto un incontro sulla sua eminente figura, domenica 13 all’Oratorio di San Vittore.

Sempre nella pubblicazione a cura dei Monelli, che invito a richiedere presso l’Oratorio della Motta, degni di nota sono l’articolo sulla definitiva attribuzione a Dionisio Bussola delle quattro sculture secentesche nella Chiesa di Sant’Antonio della Motta (secondo uno studio computo dal prof. Silvano Colombo) e due pagine firmate da Antonio Carlo Montonati, profondo conoscitore di storia varesina, che fornisce una spiegazione della tradizione del falò di Sant’Antonio: argomento che tratterò uno di questi giorni. Interessante è il ricordo di come i Monelli della Motta (“i quali, allora, monelli erano davvero”), nei primi decenni del secolo scorso, si procurassero il combustibile per ardere il fuoco tramite piccole o anche grandi razzie nel vicinato o spingendosi anche più in là: ogni possibile sorta di legname o materiale infiammabile, vecchio o nuovo era un appetibile bottino da portare sul sagrato della Motta, e dal momento in cui ci arrivava nessuno, nemmeno il legittimo proprietario a cui era stato sottratto osava più rivendicarne il possesso: “par mia fa brùta figura davanti a sant’Antoni e a quij du la Mota”.

Ma torniamo alla nostra fêra.
C’era davvero ogni sorta d’umanità: esattamente come cantava nel suo irrestitibile ritratto senza tempo il Santambrogio: “Di nôdar e di dotôr/di avocatt e di ingegnee/ragionatt e professor,/m’eren sempre in di pee./Gent de toga e d consilii/asessôr e magistrati/cont o senza i sô famili/ben vestiti e pettinati./Di diceva dent de mi:/quanta scenza che ghe chi!”. E ancora: “Se vedeva di biroeu (servitori)/di brugnôn, di macelâr/colla spôsa e coi fioeu/ coi vestiti de marinâr./Gh’era coeugh, gh’era ferée/ona fila de operari/di magutt, di legnamee/che guardaven su per ari./Mi diseva dent de mi:/quj l’ sgoben tutt el dì”. E se il “Carlin de Biumm de Sott”, come amava firmarsi nelle sue liriche il poeta milanese ma varesino d'adozione, poteva notare che nella piazza non mancava “on bell tocch de Bagaîn/con la sua brava marsina” che “spiegava a vun vesin/on bel “fund” del Prealpina”, ovvero nientemeno che Giovanni Bagaini, il fondatore della Prealpina che spiegava un articolo di fondo al vicino, anche ieri la stampa non mancava di farsi riconoscere: dall’alto dei palazzi, in giro per la piazza era tutta una telecamera, e giornalisti ed i reporter ovunque (nel mio piccolo non sono passata inosservata, con tutte le foto e le domande che ho fatto…).

La novità bella di quest’anno, come accennavo più sopra, è stata la presenza non dico massiccia ma almeno significativa dei produttori varesotti, che avevano disertato la fiera da alcuni anni, con grande disappunto degli avventori e dei media locali. Un ritorno alla grande, confortato sicuramente dai Consorzi di Qualità consociati nel novello Consorzio dei Prodotti VaresiniVarese da Gustare - Latte, Formaggi, Salumi Prealpini, Miele- che hanno favorito l’arrivo delle bancarelle squisitamente bosine. Fra le altre mi piace ricordare quelle, numerose, allestite dagli apicoltori che hanno esposto il loro prezioso Oro delle Prealpi e il formaggio delle valli del Luinese. Dal signor Borella, l'apicoltore malnatese della terza foto (di Gurone di Malnate per la precisione), ho acquistato per soli 4, 30 euro mezzo chilo di prezioso miele di tarassaco misto a robinia. Il miele di tarassaco è il primissimo dell'anno, e questo non è amaro come quello "puro" perché appunto è impreziosito dal nettare di acacia.




E cosa meglio di un assaggio incrociato di miele e formaggio? Ho comperato dal signor Maurizio, già visto al MIPAM, un bel toc di gorgonsoela di capra - una novità, perché quest'anno è stato possibile realizzarlo grazie all'acquisto di venti capre dalla Francia - e lo inaugurerò stasera (ormai è venerdì...), per la mia cena... di magro!









E per finire in bellezza, ieri una bella grigliatina di salamelle! Il cervelée della Motta le promuoveva in bella vista ma bisognava fare a botte per riuscire ad entrarci...

25 commenti:

isabella ha detto...

Intanto mi hai incuriosito, quanto numerosa la prole?
Poi ho visto che sei bravissima ... poi son mamma anche io

Bosina ha detto...

Che piacere, Isabella! Benvenuta!
Grazie del complimento. Ho quattro figli dai sei anni e mezzo ai sedici mesi :-), per ora naturalmente...
E tu?
E' appena andata via una mia cara amica. Adesso riesco a buttar giù due righe.
Ma raccontami un pochino anche di te. Anche tu sei di Varese?

zrinka ha detto...

Sarò pure di parte, ma la festa di Sant'Antonio che facciamo dalle mie parti (Viconago) è MOOOOOOLTO piu' bella e suggestiva di quella che organizzate in quel di Varese :o)
Ci sei mai stata?

Bosina ha detto...

No, confesso di non esserci mai stata. Me la racconti?
Comunque aspetta: veramente dovrei scrivere un bel po' di cosine e pubblicare ben più della prima foto, ma oggi non ho ancora avuto un attimo di tregua... ;-)

emilia - lorenza - miriam ha detto...

ciao Laura! che bel resoconto...io stamattina ero al lavoro e non sono riuscita nemmeno a fare un giro piccolo piccolo...fortuna che trovo le tue parole! com'era il latte crudo? anche in Valle Luna c'è un'azienda che lo ditribuisce...esattamente rimane a Lissago o Calcinate? a presto Lo

Bosina ha detto...

Ma dai? Non lo avevo visto! Perfetto, ne approfitterò per andare a trovare una mia amica! Rimane a Lissago: è un posto splendido Valle Luna!
Adesso sto facendo la torta per domani, ho messo a letto tre su quattro monelli e rassettato un po' acsa ma magari più tardi o domattina aggiorno il post coi produttori!
Tanti baci

isabella ha detto...

Ciao bosina,
sono la mamma di un famiglia multietnica allargata anche se facciamo 4 in tutto. Classica formazione mamma papà e due bambini, abitiamo in terraferma vicino a Venezia dove invece lavoriamo. Sono perennemente a dieta. Un paio di anni fa pesavo 120 kg adesso 42kg in meno, solo con la dieta!
Mi diletto a cucinare sempre che i pupi me lo permettano....

emilia - lorenza - miriam ha detto...

è vero la valle luna è bellissima....è vicino al mio posto di lavoro...ma non ricordavo esattamente il quartiere...so che loro hanno anche il prezioso e rarissimo latte di capra...grazie per la mail! com'era la torta? a presto Lo

Paola da VA ha detto...

Bellissimo ed esaustivo il tuo racconto. Sai che ti ho invocata su CI proprio per dettagliare questa festa? sapevo che l'avresti fatto in modo egregio.
ciao carissima e a presto.
Paola

Bosina ha detto...

Eccomi, finalmente! Isabella, devo proprio farci un saltino spesso sul tuo blog adesso che ti conosco meglio! Ma quegli occhioni così belli sono del tuo bambino, giusto? Venezia mi evoca bellissimi ricordi canori. Un Flauto magico stupendo con Birgit Nilsson con la sua voce pura; un viaggio al seguito di mio marito e di un suo amico che partecipavano ad un congresso, mentre io ho stretto un'amicizia bellisisma con la moglie di quest'amico, anche lei cantante. Adesso la Fenice sarà riaperta... A presto a te ed alla tua bellissima famiglia.

Lorenza, come ti scrivevo ieri la fattoria in Valle Luna è a Lissago. Ci sono andati anche i nostri bambini della Bosina al campus estivo. La mia amica mi ha scritto proprio ieri: "So che il proprietario si chiama Valerio e hanno il latte fresco non pastorizzato. Addirittura hanno piazzato un distributore anche a Morazzone! (Chiederò a questo punto alla mia amica di Morazzone, ndr)

Se vuoi passare di lì lo trovi facendo la strada che da Masnago va al lago (via Giordani), dopo il campo di atletica comincia la via Valle Luna in discesa e quasi verso la fine sulla sinistra trovi la fattoria.”

Numero uno: al campo di atletica devo passarci perché me lo ha consigliato il mitico Caccianiga per Teresa
Numero due: volevo dirti che anche la mia amica Paola di Gazzada prende il latte crudo a Lozza e infatti si è appena materializzata qui nel commeto sotto... Adesso la staniamo meglio e ci facciamo raccontare!

Paola, carissima, adesso vengo subito a dare un'occhiatina a Cucinait. Dove mi hai evocata di preciso? :-9 Tra l'altro ho ancora qualcosina da raccontare sulla fiera e la ricetta delle frittelle da darvi... :-) un attimo e sono da voi!

Baci a tutte e buon fine settimana

marcella candido cianchetti ha detto...

che bel articolo hai fatto e cosi ci hai fatto partecipi buon fin e settimana ho postato antica ricetta sarda

Bosina ha detto...

Grazie Marcella, sei sempre così cara! Vengo subito a cercare la tua ricetta! Buon fine settimana anche a te!

Paola da Va ha detto...

Il latte lo acquisto presso l'azienda agricola Carlesso via Adua, 61 Gazzada Schianno. Esattamente si tratta della via che congiunge Schianno con Morazzone.
Il thread in cui invoco il tuo aiuto è "San Antonio" aperto da Katia.
Ciao carissima, adesso vado a finire di preparare il pranzo x 12 parenti che tra due ore "invaderanno" casa mia e io sono molto, molto, ma molto in ritardo. Aiuto!

germana ha detto...

Che bello il tuo nuovo blog Laura, brava.
Bellissima teresa che accende la candela.
Un abbraccio
Germana

Bosina ha detto...

Grazie della dritta, Paola!
Adesso abbiamo un indirizzo in più cui affidarci.
Ai miei piccoli il latte crudo è piaciuto moltissimo. Forse già domani corro a prenderne un altro litro (e magari ne approfitto per passare anche dall'Iper :-)).
Cosa stai preparando di buono per dodici persone? Come se mettessimo insieme due famiglie come la mia :-). Aiutoooo, mi viene la tachicardia solo al pensiero... Auguri...

Germana, sei dolcissima. Grazie! Sai che mi sono messa sotto con i ferri? Sto facendo un maglioncino a Teresa. Invece il cappello della foto è uscito dalle manine di mia suocera. Finito quello, passo all'uncinetto. Ma sapessi fare un centesimo di quello che sai fare tu...
Ragazzi, sapete che Germana scrive da Cremona, la terra dei violini? E che fa delle cose magnifiche all'uncinetto oltre che in cucina? Vediamo se mi riesce di pubblicare il link al suo blog (ospitato da cucinait):
http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=671891&csuserid=3208

Mariangela ha detto...

Ciao Bosina, fantastico il tuo resoconto della festa. Io quest'anno non c'ero, ma grazie al tuo reportage me la sono goduta un pochino anch'io. Un bacione a te e alla numerosa prole. Ciao!

Bosina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Bosina ha detto...

Grazie Mariangela! Sei sempre un tesoro. Adesso vediamo un po' se riuscirò a scrivere qualcosina di bello anche per la Gioeubia.... Ricambio il bacione e buona settimana!

zrinka ha detto...

Allora ... da dove parto?
E' una festa bellissima ... forse perchè è legata a tutta la mia infanzia, giovinezza e chi più ne ha più ne metta ... ci sono le bancarelle, le salamelle, musica, tanta gente ... amici, amici e amici ... fuochi artificiali strepitosi che irradiano riflessi sul lago sottostante ... quanti colori ... e poi, finalmente, viene bruciata la "vegia" ... un'enorme pira benaugurante per il nuovo anno ... ci devi andare!!!
Fosse solo per vedere la chiesetta dedicata a Sant'Antonio, piccolo gioiellino dell'architettura lombarda :o)
Ti ho convinta almeno un pochino?

Bosina ha detto...

Ci voglio fare un saltino, sicuramente, grazie Zrinka! Anzi, ho un piccolo carnet di chiesette di Sant'Antonio da visitare nel varesotto :-). Ma la vegia la bruciate il 17, non alla Gioebia?

Lin Shijun ha detto...

shijun 7.15
michael kors
jordan shoes
hollister clothing store
coach outlet
timberland outlet
jordan 11 retro
michael kors outlet online
ray ban sunglass
ray ban aviators
timberland outlet
ray ban sunglasses
jeremy scott adidas
timberland uk
michael kors
air jordan 8
white timberland boots
ray ban glasses
mulberry uk
ed hardy clothing outlet
fitflops
true religion outlet
gucci bags
abercrombie
ed hardy outlet store
air jordans
michael kors outlet online sale
prada bags
toms.com
michael kors outlet online
louis vuitton handbags
chanel bags
abercrombie
gucci bags
ralph lauren home
prada uk outlet
abercrombie
true religion
jordan 11s
burberry handbags
burberry outlet online

Xianjun Ranqin ha detto...

qihang0904,coach outlet
oakley sunglasses
louis vuitton handbags
polo ralph lauren
nike air force
michael kors
louis vuitton
michael kors outlet
oakley sunglasses
louis vuitton outlet
michael kors outlet
jordan retro 5
toms outlet store
michael kors outlet
abercrombie
coach outlet
nfl jerseys
michael kors
polo bedding
retro jordans
louis vuitton handbags
louboutin
celine luggage tote
ray ban outlet store
michael kors handbags
retro jordan
michael kors outlet online
abercrombie & fitch
coach factory outlet
louis vuitton handbags
ray ban sunglasses
nike free 5.0
gucci handbags
oakley outlet
michael kors outlet
ed hardy clothing outlet
louis vuitton outlet
q

风骚达哥 ha detto...

20151012 junda
coach factory outlet
Buy Kobe Shoes Online Discount
ralph lauren
michael kors bags
michael kors outlet
Canada Goose Jackets Outlet Online Sale
Michael Kors Outlet Online No Tax
coach outlet store online
louis vuitton outlet
celine
Abercrombie T-Shirts
Wholesale Authentic Designer Handbags
cheap jordans,jordan shoes,cheap jordan shoes
michael kors handbags
Louis Vuitton Clearance Sale
michael kors outlet
nfl jerseys
canada goose outlet
Official Coach Factory Outlet Online Sale
Michael Kors Online Outlet Shop
ugg boots sale
Louis Vuitton Handbags Discount Off
cheap uggs
ugg boots
Gucci Outlet Online Sale
ralph lauren uk
Louis Vuitton Outlet USA
michael kors outlet
tory burch outlet
Louboutin Red Bottoms Shoes Outlet

Gege Dai ha detto...

20151024xiaodaige
true religion outlet
ugg boots sale
vans shoes
cheap oakley sunglasses
ugg outlet online
michael kors outlet
celine outlet
north face outlet
nike air max uk
indianapolis colts
hermes birkin bag
nike air max
new balance shoes
snapbacks wholesale
nike trainers
hermes outlet
new england patriots
nobis jacket
golden state warriors
san antonio spurs
moncler outlet
tory burch outlet online
true religion outlet
moncler jackets
denver broncos
chicago bulls
links of london jewellery
tods outlet
prada outlet online
ugg outlet uk
north face outlet
supra shoes
louis vuitton outlet store
designer handbags,handbags outlet,cheap handbags,purses and handbags,wholesale handbags,designer bags,bags outlet,handbags wholesale,cheap purses,discount handbags,handbags sale,wholesale purses,handbags and purses,designer purses
gucci,borse gucci,gucci sito ufficiale,gucci outlet
juicy couture tracksuit

Xiaozhengm 520 ha detto...

2016-1-28 xiaozhengm
true religion
ray ban sunglasses
coach factory outlet
nike roshe run women
ralph lauren outlet
ugg boots
louis vuitton
adidas outlet store
coach canada outlet
coach factory outlet
oakley sunglasses
christian louboutin outlet
north face outlet
running shoes
coach outlet
fitflops
ghd straighteners
nike uk
oakley sunglasses
nike air max
michael kors handbags
juicy couture
air jordan 13
prada outlet
snapbacks wholesale
michael kors bags
coach outlet
polo outlet
louis vuitton
toms shoes
michael kors outlet
michael kors
coach outlet
coach outlet
adidas shoes
coach factory outlet
jordan retro 3
michael kors outlet
michael kors outlet
coach factory outlet

Dal 1° gennaio 2010 mi avete letto in...

Lilypie

Lilypie Second Birthday tickers Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie Kids Birthday tickers
Lilypie dal 6° al 18° Ticker Lilypie dal 6° al 18° Ticker
Daisypath Anniversary tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers
PitaPata Cat tickers

Segnalato da...

Add to Technorati Favorites BlogItalia.it - La directory italiana dei blog Blog360gradi - L’aggregatore di notizie a 360° provenienti dal mondo dei blog! questo blog fa parte della rete del Mommyblogging italiano Ricette di cucina